Home » Strategie per arredare il vuoto by Paolo Marino
Strategie per arredare il vuoto Paolo Marino

Strategie per arredare il vuoto

Paolo Marino

Published
ISBN : 9788852049316
ebook
228 pages
Enter answer

 About the Book 

Lestate ha appena iniziato ad arroventare la pianura quando una crepa si apre nella vita di Edo. La sua è lesistenza di un normale tredicenne, reso speciale da unimmaginazione sensibile come un sismografo, che trasferisce la più piccola vibrazioneMoreLestate ha appena iniziato ad arroventare la pianura quando una crepa si apre nella vita di Edo. La sua è lesistenza di un normale tredicenne, reso speciale da unimmaginazione sensibile come un sismografo, che trasferisce la più piccola vibrazione della realtà nella vertigine di paesaggi surreali, in cui linee, proporzioni e colori danno vita a un mondo deformato e pulviscolare.Con gli adulti Edo entra in contatto malvolentieri e nella misura dello stretto necessario. Cosa potrebbe esserci di peggio, dunque, dellincomprensibile accerchiamento di parenti che da un paio di giorni gli si muovono attorno con circospezione? Finché, scomposto e assordante, esplode il cordoglio: qualcosa di terribile è accaduto e i genitori di Edo non torneranno più a casa. Per fortuna gli zii sanno bene cosa fare, Edo andrà a vivere con zia Selma, tutto continuerà come prima.Solo che lui non ha nessuna intenzione di assecondarli.Non fa scenate, semplicemente si rifiuta di lasciare casa sua. Liberata dalla presenza logorroica degli adulti, la casa di Edo diventa il polo d¿attrazione di una serie di personaggi bizzarri: le gemelline dai caratteri complementari Greta e Lavinia, che con le loro risatine fanno scricchiolare laria e lo iniziano al mistero della complicità e dellantagonismo femminili- il compagno di classe Enea che, senza mai oltrepassare la soglia di casa, cerca di coinvolgere lamico in scorribande in bicicletta sullargine del fiume- un rappresentante di aspirapolvere determinato, a suon di candeggina e disquisizioni filosofiche, a stanare i microbi che secondo lui si annidano negli scarichi.Una libertà provvisoria, una stralunata utopia, che regge finché, sottile, si insinua la violenza. Sulle prime si potrebbe quasi scambiarla per un gioco, ma poco alla volta la legge del più forte si impone nello spazio domestico: Qualcosa di strano e pericoloso veniva a galla e farci i conti non era unopzione a cui potevo sottrarmi. Con una scrittura nitida, lirica, ironica, Paolo Marino ci conduce nella casa di Edo: è qui che si celebrano lavventura pirotecnica dellimmaginazione, sempre in bilico tra innocenza e inquietudine, e la danza struggente dei rapporti umani. Qui si riannodano i fili di un difficile passaggio alletà adulta.